Gestione della Fatturazione Elettronica: Come evitare gli errori e le sanzioni

La fatturazione elettronica è ormai una componente essenziale della gestione aziendale in Italia, ma può presentare diverse sfide che portano allo scarto delle fatture da parte del Sistema di Interscambio (SdI).

Comprendere i principali motivi per cui una fattura elettronica può essere rifiutata è fondamentale per garantire la conformità normativa e prevenire le sanzioni.

Motivi comuni per lo scarto delle Fatture Elettroniche

 

  • Nome del File Non Valido o Duplicato:
    Il nome del file della fattura elettronica deve essere univoco e rispettare gli standard stabiliti dal SdI. L’utilizzo di nomi non conformi o duplicati può causare lo scarto della fattura.
  • Firma Digitale Non Valida o Certificato Scaduto:
    La firma elettronica apposta alla fattura deve essere valida e non scaduta. Una firma non conforme o scaduta può comportare il rifiuto della fattura elettronica.
  • File di Dimensioni Eccessive:
    Il file della fattura elettronica non deve superare le dimensioni massime consentite dal SdI. Se le dimensioni del file sono troppo grandi, la fattura verrà scartata.
  • Partita IVA Errata:
    Errori nei dati della partita IVA, sia del mittente che del destinatario, possono portare al rifiuto della fattura elettronica. È cruciale verificare attentamente questi dati prima dell’invio.
  • Dati Mancanti o Formattazione Errata:
    Le informazioni contenute nella fattura elettronica devono essere complete e conformi ai requisiti tecnici. Dati mancanti o formattazione non corretta possono causare problemi e portare allo scarto della fattura.

La Notifica di Scarto

Quando una fattura elettronica viene scartata, il SdI invia una notifica con il codice dell’errore rilevato e una descrizione dettagliata del problema. Questa notifica è fondamentale per identificare la causa dello scarto e sapere come procedere per risolvere il problema.

Cosa fare in caso di scarto?

 

  • Identificare e Correggere l’Errore:
    La prima azione da intraprendere è esaminare la notifica di scarto per capire la causa dell’errore. Una volta individuato, è necessario correggere il problema.
  • Ricompilare e Reinviare la Fattura:
    Dopo aver corretto l’errore, la fattura deve essere ricompilata con la stessa data e numerazione dell’originale e inviata nuovamente entro 5 giorni dalla notifica di scarto. Se non è possibile mantenere la stessa data e numerazione, si deve emettere una nuova fattura con numerazione e data successive, facendo riferimento alla fattura originale.
  • Gestione Contabile:
    Se la fattura scartata era già stata registrata contabilmente, è necessario effettuare una variazione contabile interna per correggere l’anomalia, assicurandosi di mantenere un chiaro collegamento con la fattura scartata.

Attenzione alle Sanzioni

La gestione tempestiva delle fatture scartate è essenziale per evitare sanzioni. Ritardi o la mancata emissione di una nuova fattura possono comportare multe da parte dell’Agenzia delle Entrate. Monitorare regolarmente le notifiche di scarto e agire rapidamente è cruciale per evitare complicazioni legali e finanziarie.

Semplifica la Gestione della Fatturazione Elettronica con GeAz

Per evitare questi problemi e garantire una gestione fluida e conforme delle fatture elettroniche, è consigliabile utilizzare un software di fatturazione elettronica aggiornato e conforme alle normative vigenti.

Prova GeAz – il nostro software di fatturazione elettronica in Cloud.

Con GeAz, puoi gestire le tue fatture in modo semplice e sicuro, riducendo al minimo il rischio di errori e lo scarto delle fatture.

Scopri di più e richiedi una demo gratuita su geaz.it.

Inizia a semplificare la tua gestione fiscale oggi stesso con GeAz!

Su questo sito usiamo installiamo dei piccoli file di testo (cookie) sul tuo dispositivo, nostri e di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per far funzionare il sito correttamente (cookie tecnici), per generare report statistici sui visitatori (cookie statistici). Possiamo utilizzare i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare i cookie statistici. Abilitando i cookie ci consenti di offrire una migliore esperienza di navigazione. Privacy policy